Piadina

Piadina Romagnola: come si prepara?

La piadina romagnola è un piatto tipico da Nord a Sud, capace di rendere grande la gastronomia Romagnola. Si presenta come una sfoglia rotonda che viene farcita con una vasta quantità di prodotti. Si parte dalla mozzarella e si arriva allo stracchino, perfettamente abbinato con la rucola. E non possiamo dimenticare la delicatezza del prosciutto con pomodorini e ancora verdure grigliate con prosciutto cotto delicato.

E pensare che per tanti anni la piadina era considerata il cibo dei “contadini”, mentre oggi è una delle pause pranzo preferite d’Italia, e non solo! Vediamo subito come fare per poterla preparare in casa.

Ingredienti piadina romagnola (6 pezzi)

  • Farina 0 500 g;
  • Strutto 125 g;
  • Acqua 90 ml;
  • Lievito istantaneo per ricette salate;
  • Zucchero 15 g;
  • Latte intero 107 ml;
  • Sale fino 17,5 g.

piadina emilia romagnaProcedimento: come preparare la piadina romagnola

La prima cosa da fare è setacciare la farina, per inserirla in un contenitore insieme al lievito. Bisogna aggiungere lo strutto, lo zucchero, il latte e iniziare a impastare il tutto per circa 5 minuti. Chi non avesse modo di procurarsi lo strutto potrà sostituirlo con l’olio di semi. Il sale andrà inserito solo all’ultimo minuto. Non appena l’impasto sarà morbido ed omogeneo formate un panetto da inserire in una ciotola protetto da pellicola trasparente.

Dopo averlo lasciato riposare per circa un’ora a temperatura ambiente potrete iniziare a stendere la pasta con l’aiuto di un mattarello. L’obiettivo è quello di formare cerchi alti 2 mm con circa 20 / 24 cm di diametro. A questo punto potrete cuocere le piadine usando una padella dal fondo basso per pochi minuti. La cottura viene ottimata in un paio di minuti. E’ importante, in fase di cottura, bucare la piadina con una forchetta così da evitare che cresca o che si formino le bolle in superficie.

Curiosità…

La piadina è un piatto unico che potrete mangiare caldo oppure freddo. Viene spesso farcita non solo con prodotti salati, ma anche con miele, marmellata, frutta con panna e Nutella. Del resto la sua morbidezza e quel gusto così delicato permettono di poterla trasformare nel perfetto accompagnamento di tantissimi prodotti.

Condividi questo articolo