pizza napoletana

Cucina regionale: Campania

campania

Come avviene con le cucine regionali, anche nel caso della cucina campana sono i prodotti tipici e il clima del luogo che contribuisce a farli crescere a fare la differenza. A livello di province vi è una grandissima quantità di varianti per ogni tipica preparazione culinaria. Se prendiamo per esempio i legumi, che sono un punto di forza del territorio, possono diventare la base per un primo piatto se ci spostiamo ad Avellino, ma diventano un contorno o un piatto unico quando varchiamo il confine di Napoli. E’ fondamentale ricordare che il simbolo di questa cucina è la pizza, in modo particolare la margherita che ci ha resi conosciuti in tutto il mondo. Venne preparata in onore del tricolore e della regina Margherita di Savoia durante la sua visita a Napoli.

I prodotti tipici di questa regione sono dati proprio dal territorio, ai quali vien affiancata la forte tradizione basata sulla pesca, alla base per la realizzazione di gustose zuppe di pesce e altri preparati. Quando si parla di pesca infatti non si può non nominare ricette deliziose come l’anguilla in umido, che insieme al casatiello e allapastiera è uno dei piatti forti di questa tradizione.

I formaggi

mozzarella di bufala campanaLe preparazioni campane vengono rese gustose grazie alla presenza dei formaggi freschi, come la mozzarella di bufala campana D.o.p. e sia dei formaggi più stagionati, come il caciocavallo silano D.o.p .o il burrino di corteccia. La mozzarella di bufala è un formaggio estremamente noto a livello mondiale, uno dei più imitati e dei più gustosi: viene prodotta tradizionalmente in Campania, nelle province di Caserta e Salerno; è considerata come la protagonista indiscussa della cucina mediterranea, per merito delle sue pregiate qualità gustative.

Il caciocavallo silano invece è un formaggio semiduro a pasta filata che si ottiene con l’uso del latte di vacca, nel rispetto del disciplinare di produzione; le sue forme possono essere trattate in superficie con sostanze trasparenti e assolutamente prive di coloranti.

Salumi e agrumi

Il capitolo salumi è altrettanto importante, caratterizzato dalla presenza di carne di vitello, suina, peperoncino, aglio e pepe; prodotto degno di nota sono le cervellatine, salsicce di carne suina, oppure il capocollo campano. Anche gli ortaggi della regione vantano caratteristiche particolarissime, come per esempio il carciofo di Paestum, e come non parlare dei pomodori San Marzano, che hanno la tipica forma allungata, e sono considerati come uno dei migliori pomodori utili per la realizzazione del concentrato di pomodoro.

Anche gli agrumi e la frutta offrono una vasta scelta: ci sono i limoni di Amalfi utilizzati anche per la produzione del famoso liquore Limoncello, il fico bianco che ha un gusto dolce e infine la nocciola di Giffoni I.g.p. che viene usata anche per la preparazione della famosa crema alle nocciole.

 

PIATTI TIPICI

Casatiello napoletano rustico 2

 

CASATIELLO

Il casatiello è un tipico piatto della cucina campana, in modo particolare di Napoli: si tratta di una torta salata molto saporita che caratterizza il periodo pasquale. Il punto di forza di questa ricetta è l’abbondante ripieno al formaggio, con salame e pancetta che permette così di rendere unico e sostanzioso questo piatto.

 

 

FRITTATA DI MACCHERONI

La frittata di spaghetti è il piatto perfetto da servire durante una cena con amici e parenti, ma soprattutto per un pic-nic che ci metta in contatto con la natura. Si prepara amalgamando le uova, il formaggio grattugiato, la pancetta e la provola e versando il tutto in una padella contenente degli spaghetti lessati: la frittura segue il normale procedimento di questa cottura.

IMPEPATA DI COZZE

Un piatto semplice e saporito che è simbolo della vera tradizione di questa regione: le cozze vengono chiuse in una casseruola e lasciate cuocere lentamente fino al momento in cui non si schiudono. A quel punto vengono insaporite con prezzemolo, pepe e olio e accompagnate con freselle o pane abbrustolito.

PASTIERA

E’ “il” vero dolce tipico campano che si prepara sia per Natale che per Pasqua: è preparato con una base di pasta frolla riempita da grano, ricotta, uova, sugna, zucchero e canditi. La caratteristica di questo dolce, e il suo punto di forza, è il contrasto dato dalla croccantezza della frolla e la morbidezza del ripieno che si presenta di color oro intenso. Le tecniche di realizzazione possono variare a seconda dei gusti e della provincia.

BABA’

E’ vero che il Babà nasce in terra straniera, ma è proprio in Campania che trova la sua massima espressione, diventando un prodotto tipico della gastronomia della regione. E’ un dolce che esprime il carattere e la forza dei sapori di Napoli e si trova ormai in quasi tutti i menu campani e soprattutto nazionali. La sua preparazione è decisamente lunga, poiché richiede tempi di lievitazione impegnativi. Vengono serviti imbevuti nel rum, che dona un gusto deciso e molto aromatico alla ricetta.

Condividi questo articolo