felafel

Felafel: polpette arabe speziate a base di legumi

I felafel sono delle polpette di legumi perfette sia come contorno, sia come antipasto. Apprezzati soprattutto dal popolo dei vegetariani i felafel hanno origini arabe e, ad ogni morso, sembra di proprio di sentire un po’ di Medioriente sotto il palato.

Nella nostra nazione i felafel sono molto famosi come finger food, inoltre essendo facilissimi da preparare sono perfetti anche per chi non è molto abile tra i fornelli. La ricetta dei felafel è ideale per imparare a cucinare e per divertirsi in cucina. Potete servire queste polpette di legumi con una salsa agrodolce, o con la maionese di avocado preparata con le vostre manine.

Abbiamo scelto la ricetta dei felafel tradizionali, ovvero quelli con i ceci. Prendete carta e penna e scrivete tutti gli ingredienti, poi rimboccatevi le maniche e mettete le mani nei legumi.

felafel

Felafel con i ceci: ingredienti per 15 pezzi

  • 500 gr di ceci secchi
  • 1 cipolla piccola
  • 2 spicchi d”aglio
  • 1 punta di cucchiaino di cumino
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio evo q.b.

Felafel: preparazione

La parte più noiosa dei felafel è sicuramente la preparazione dei cechi. In commercio vi sono quelli in scatola che sono molto più pratici, ma vi assicuriamo che il sapore è molto diverso, per questo motivo lasciate in ammollo i ceci per una notte con acqua fredda e 1 cucchiaino di bicarbonato che serve per renderli più morbidi in cottura. Al mattino scolateli e sciacquateli sotto l’acqua corrente.

Nel frattempo in una pentola mettete la cipolla tagliata grossolanamente, lo spicchio d’aglio privato del germoglio verde centrale, il prezzemolo tritato, e fate soffriggere a fuoco vivo con un filo di olio evo. Spegnete e fate rotolare i ceci nel condimento, poi trasferire nel mixer, aggiungere il cumino e aggiustare di sale e di pepe. Il composto deve essere liscio e omogeneo. Quando è pronto trasferitelo in una pirofila, coprite con la pellicola trasparente e fate riposare per almeno mezz’ora in frigo.

Con un cucchiaio prendete una parte di impasto e modellatela sino ad ottenere la forma di una polpetta leggermente schiacciata. Con questa ricetta potete ottenere 15 felafel di medie dimensioni. Scaldate l’olio evo in una pentola e friggete pochi felafel per volta, quando diventano belli dorati tirateli fuori con la schiumarola e lasciate riposare su un piatto rivestito con carta assorbente. Consigliamo di servire ancora caldi facendo attenzione a non scottarvi la lingua! Se non gradite il sapore del cumino potete usare la curcuma che è una spezia molto più delicata e per rendere ancora più croccanti i felafel potete passarli nei semi di sesamo appena li tirate fuori.

Per fare la maionese di avocado in cui intingere i felafel, dovete frullare ½ avocado, con 1 cucchiaino di senape, 1 cucchiaio di limone e aggiustare di sale e pepe. L’avocado ha un gusto delicato!

Condividi questo articolo